Seleziona una pagina

Cosa fare a Siena se avete voglia di esperienze gastronomiche e degustazioni in azienda?
Basta chiedere a chi Siena la vive, la mangia, e la visita ogni giorno: ecco alcuni consigli tratti dalla nostra guida su cosa visitare e dove mangiare a Siena, in vendita nelle principali librerie online e presto disponibile anche in lingua inglese.

Siena vive da sempre strettamente interconnessa alla campagna che la circonda, che gioca con il confine delle sue mura. Se rimanete a Siena per più di un giorno, mettete in conto di fare una gita nelle colline coperte da vigneti e oliveti che la abbracciano da sempre. Non è solo interesse paesaggistico: in ogni angolo si nascondono aziende agricole, poderi e fattorie in cui potrete assaggiare due dei prodotti più tipici del senese, direttamente dal produttore: il buon vino e l’olio di frantoio.

Casamonti

Da Casamonti, a Castellina in Chianti, si va non solo per degustare il loro vino e il loro olio, ma anche per conoscere di più sul mondo della Cinta Senese.
Casamonti ha un salumificio interno, per garantire il massimo controllo di qualità sui prodotti finiti: prosciutti, salami, finocchiona, capocollo, lardo, guanciale, rigatino, salsicce. Il segreto è tutto qui: onestà, pazienza e ottimi prodotti.
Provate il lunch tour di Casamonti. Quando arrivate Anna Rita vi accoglierà con un bicchiere del loro rosé, vi farà vedere vigne, oliveti e le aree dedicate alla Cinta, poi vi farà accomodare sotto le volte in pietra in un edificio che era un antico monastero dell’anno 1000. Qui potrete godervi un pranzo di bruschette, insalate, e taglieri dei loro affettati, e poi un piatto di pasta al ragù di Cinta. Durante il pranzo avrete modo di degustare il loro olio e i loro vini: dal Chianti Classico al Chianti Classico Riserva, dal loro Elogio Super Tuscan fino a un bianco biologico accompagnato a un assaggio di tartufo.

Casamonti
cintasenese.com
Loc. Podere Casamonti, Castellina in Chianti (SI)
Tel +39 340 7375072

Dievole

Dievole è un wine resort situato nell’omonimo borgo del 1090, a pochi chilometri da Siena. Tre famiglie si sono succedute, e nel tempo hanno esteso la proprietà a 600 ettari. Fino a 10 anni fa il proprietario era Dino di Dievole, poi è succeduta una proprietà svizzera/tedesca e oggi il resort appartiene al gruppo argentino Bulgheroni. La nuova proprietà ha puntato sulla produzione di olio extravergine di oliva di livello superiore, collaborando anche con aziende in Basilicata, Puglia e Sicilia per la produzione di olio di varietà Coratina e Nocellara.
Potete scoprire Dievole e la sua produzione con una degustazione di olio extravergine di oliva o di vino, ma anche con tour più completi che includono picnic gourmet in vigna, passeggiate a cavallo e in carrozza, tra boschi, oliveti, vigneti, campi e casolari, e un foraging tour con la chef Monika Filipinska. Quando visitate Dievole, non perdetevi il suo ristorante, Novecento.

Dievole
dievole.it
Loc. Dievole 6, Castelnuovo Berardenga (SI)
Tel +39 0577 322632

Querceto di Castellina

Querceto è un luogo di pace e godimento, dove l’accoglienza calorosa è caratterizzata da una forte impronta familiare, e il vino è fortemente interconnesso al cibo.
Alla degustazione dei vini, tutti di produzione biologica, si affianca un’offerta che pare fatta apposta per gli amanti dei formaggi: 4 vini del Querceto con 4 formaggi in abbinamento, affinati da artigiani locali. La degustazione si può fare anche seduti comodamente a tavola, coccolati dai piatti tipici cucinati da Laura, una cuoca istintiva, un’enciclopedia vivente quando si tratta di avventurarsi nella tradizione gastronomica toscana.
Se invece cercate qualcosa di speciale, le cene a lume di candela nel vigneto Livia sono un’esperienza da sogno di una notte di mezza estate.
Non perdete la cena di questo sabato 29 giugno, a cura degli chef de La Tenda Rossa Maria Probst e Cristian: si replica il 13 e il 27 luglio.

Querceto di Castellina
quercetodicastellina.com
Via di Fronzano, 9 Castellina in Chianti (SI)
Tel +39 0577 733590

 

Setriolo

Se da Colle Val d’Elsa andate verso Castellina in Chianti, a un certo punto girate a sinistra sulla strada principale e affidatevi al navigatore. Vi troverete tra vigneti e boschi, sotto un tunnel di alberi che in autunno vi regalerà un colpo d’occhio indimenticabile, passerete attraverso piccoli villaggi e lungo un fiumiciattolo con un vecchio mulino abbandonato, per poi arrivare da Setriolo, un agriturismo e piccola azienda a conduzione familiare che produce olio e vino.
La famiglia di Susanna, l’attuale proprietaria, è una famiglia di viticoltori fin dall’inizio del ’900. Sono partiti proprio da questo podere per approdare in Argentina, dove Susanna è nata e dove ha lavorato come psicologa per anni. I suoi genitori hanno fatto di tutto per tornare proprio in questo podere dove tutto era iniziato. Quando Susanna è venuta a trovarli, è rimasta più di quello che si sarebbe aspettata…
Se volete conoscere meglio la storia di Susanna, prenotate una visita in azienda: camminerete tra i vigneti, entrerete in cantina e nella barricaia, ascoltando nelle sue parole emozionate il percorso che l’ha portata fino a questo angolo del Chianti. Dopo arriva anche il momento della degustazione: due dei vini di Setriolo, il loro olio extra vergine e la loro grappa, il tutto accompagnato da qualche assaggio di prodotti toscani.

Setriolo
setriolo.com
Loc. Setriolo, 61 Castellina in Chianti (SI)
Tel +39 0577 743079

Tenuta di Mensanello

La storia della Tenuta di Mensanello va piuttosto indietro nel tempo, tanto che numerosi edifici dell’azienda erano già censiti nel catasto leopoldino del 1765. Per la famiglia di Neri Roncucci, l’attuale proprietario, la storia all’interno della Tenuta di Mensanello nasce nella prima metà del ‘900, quando il nonno Alessandro e la nonna Ada erano il fattore e la fattoressa di questa azienda nel cuore del chianti senese.
Inizialmente l’azienda aveva un importante allevamento di bovini di razza chianina e tutta una serie di coltivazioni a essa collegate, terminati però negli anni ’80. Negli anni ’90, la Tenuta di Mensanello è stata una delle prime realtà agricole a proporsi come agriturismo, offrendo alloggi a turisti e visitatori. Adesso l’azienda affianca all’attività turistica un frantoio per la produzione di olio extra vergine di oliva, un microbirrificio artigianale e una cantina. Potete visitare l’azienda, scoprendo di più sul mondo di una fattoria toscana e degustare i loro vini IGT e DOCG, l’olio extravergine di oliva prodotto nel frantoio aziendale e la birra agricola. Per i beer lovers, la IPA di Mensanello è una scoperta.

Tenuta di Mensanello
mensanello.com
Loc. Mensanello, 34 Colle di Val d’Elsa (SI)
Tel +39 0577 971080

View this post on Instagram

🚨 [AN OFFER FOR OUR FRIENDS!] For those who want to fall in love with the colours of Tuscany in Summer… and maybe experience the Palio in Siena, too, from the 1st to the 6th of July, 2 night in a double room with breakfast included: €130 If you want to stay an extra night: €40 🍷 A complimentary bottle of Chianti DOCG included to enjoy admiring the sunset. 📬 To book, call us +39 0577 97 10 80 – +39 338 50 06 797 or send an email to info@mensanello.com . Offerta speciale se prenoti due notti in camera doppia dal 1 al 6 luglio: €130 con colazione inclusa. E se vuoi rimanere una notte in più: 40€ In omaggio anche 1 bottiglia del nostro Chianti DOCG da godersi al tramonto. Prenota scrivendo a info@mensanello.com

A post shared by Tenuta di Mensanello 👨🏻‍🌾 (@tenuta_di_mensanello) on

 

Autore

Giulia Scarpaleggia e Tommaso Galli
Giulia Scarpaleggia e Tommaso Galli
Siamo nati e cresciuti in Toscana, Tommaso vicino a Firenze e Giulia nella campagna del Senese, ma entrambi adesso chiamiamo casa un angolo di mondo nelle colline della Val d’Elsa.
Giulia, food writer e food photographer, ama tutto quello che ruota attorno al cibo: prodotti, ricordi e racconti. Tommaso, l’assaggiatore ufficiale, si occupa di fotografia, video e social media. Ci trovi on line su www.julskitchen.com