Seleziona una pagina

Genova WithGusto

Cibo di mare, montagne, porti

Di Myriam Sabolla

€8.99

E nelle principali librerie online

Genova WithGusto

Cibo di mare, montagne, porti

Autore
Myriam Sabolla

ISBN
978-88-32084-09-2

Pubblicazione
Giugno 2019

Formato
ePub, Mobi, Pdf

Dove mangiare a Genova?

Una cucina sobria e concreta, e anche generosa: Genova si concede a piccole dosi, e lo fa con assaggi e madeleine indimenticabili, incastonate tra mare e montagne.
Si va a Genova per la focaccia: una tentazione troppo facile e a buon mercato per provare a resisterle, un rito che anche il visitatore più frettoloso non può lasciarsi scappare.

Pagina dopo pagina si svela una cucina di tradizioni, da assaggiare nelle sciamadde, le gastronomie tradizionali che sfornano dal mattino al primo pomeriggio torte salate, piccole delizie fritte, farinate.
Si vedono le montagne e la bellezza di una città che arriva dall’acqua, animata dalle piccole acciughe argentate, le spezie che da secoli arrivano dal porto, e il caffè, importato dal mare per poterlo sorseggiare in uno tra i locali storici della città, poco appariscenti, da fuori, ma con grandi meraviglie all’interno

Genova: cucina di casa

La guida vi porterà nelle trattorie senza troppe pretese, dove assaggiare i piatti tipici: posti dove il menu cambia con le stagioni, ma anche giorno dopo giorno. Vi raccontiamo i posti dove ci si sente davvero a casa, e può capitare di mangiare a tu per tu con degli sconosciuti.

C’è spazio anche per ottimi ristoranti gourmet, spesso capitanati da giovani e giovanissimi chef che hanno viaggiato per il mondo e hanno riportato qui le loro esperienze, e per i piccoli avamposti di street food che arriva da tutto il mondo.

Street food di terra e di mare

L’essenza di Genova è la focaccia: soddisfa appetiti di tutte le dimensioni e a qualunque ora, anche a colazione intinta nel cappuccino. 
Il cibo di strada genovese non si esaurisce nelle panetterie: vi indichiamo le vetrine di friggitorie e sciamadde da non perdere, per assaggiare meravigliosi cartocci di fritture, la panissa (con un impasto di farina di ceci e acqua, che ricorda quello della farinata, tagliato a rettangoli e fritto), i cuculli e i frisceu (piccole frittelle salate) e i pignolini, ovvero pesciolini impanati e fritti da mangiare interi, e la farinata appena sfornata.

Piatti da non perdere, eventi, interviste

Se avete fretta o un solo weekend per visitare una città, in ogni guida vi diamo i piatti imperdibili e dove mangiarli: qui abbiamo selezionato il pesto, il pandolce, il fritto misto alla genovese, la cima, le acciughe, la Focaccia di Recco, i pansoti al sugo di noci, le torte di verdura, lo stoccafisso accomodato e la farinata.

Abbiamo selezionato gli eventi gastronomici più validi e abbiamo fatto due chiacchere con un local e a un expat, per esplorare la città dal punto di vista di chi ci è nato e di chi l’ha scelta.
Abbiamo parlato con l’anima e il cuore della Trattoria dell’Acciughetta, Giorgia Losi, e con Zea Romaris, che da Santiago de Compostela ha aperto Jalapeño, il primo tapas bar a Genova.

Una mappa gastronomica interattiva

Nella guida di Genova WithGusto troverete una mappa online da consultare mentre siete in viaggio: ogni icona caratterizza una tipologia di indirizzo, dalla colazione ai cocktail, per permettervi di scegliere la vostra meta preferita a seconda di dove siete.

Per chi è

Genova WithGusto è la guida gastronomica per chi vuole godere degli indirizzi più validi della città: indirizzi e consigli per chi ha fame di cose buone a tutte le ore e per godere del viaggio in ogni momento.

Chi ha scritto questa guida

Myriam Sabolla

Myriam Sabolla

Mi occupo di cibo da oltre dieci anni. Sono una consulente digital, una cuoca diplomata alla Joia Academy e una Professional Organizer: aiuto le persone a cucinare cose buone e che fanno bene, colorate e allegre, per la vita di tutti i giorni, senza dover trascorrere ore ai fornelli e riscoprendo la felicità di nutrire sé stessi e gli altri. Pratico con passione la cucina naturale, quella cioè che rispetta le persone, l’ambiente e le culture. Fuori dalla cucina, racconto i luoghi e le persone del cibo con le parole e le immagini, e attraverso esperienze ed eventi.